Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

lunedì 11 marzo 2013

Yogurt home-made: io e Yogolife


"Mai piangere sul latte versato: si aggiunge bagnato al bagnato!" (proverbio italiano)



     A seguito della collaborazione intrapresa fra me e la Yogolife ho avuto l'altro giorno la gradita sorpresa di vedermi arrivare a casa dei campioncini di fermenti lattici. Siccome adoro latte e yogurt, e per fortuna non faccio fatica a digerirlo, come invece sento succede spesso a molti, l'altro giorno ho messo in moto la mia fedele yogurtiera e ho provato questi nuovi fermenti.

     Ho seguito alla lettera le istruzioni sul sito http://www.yogolife.it/, devo dire che sono molto esaurienti e c'è sia il video che la spiegazione scritta, quindi nessunissima difficoltà. D'altra parte farsi lo yogurt a casa è così semplice che chiunque può cimentarsi.

     Devi dire che sono stati molto generosi, mi hanno mandato una bella confezione di campioni:


         Le bustine erano di due gusti diversi, yogurt normale e aromatizzato vaniglia, io per provare ho iniziato con quello alla vaniglia, e ho seguito pari pari le istruzioni sul loro sito all'indirizzo http://www.yogolife.it/Articoli/Community/y-yogurt-fatto-da-te.html

INGREDIENTI:
1 L. di latte (io ho usato l'UHT)
1 bustina di fermenti Yogolife
1 yogurtiera (of course!!!)


PROCEDIMENTO:

     Ho preso dal litro di latte l'equivalente circa di un bicchiere, e vi ho stemperato il contenuto di una bustina cercando di scioglierlo bene.


     Nella yogurtiera ho versato il rimanente del litro di latte e il latte coi fermenti, e ho mescolato benissimo: mi raccomando, i fermenti devono essere ben mescolati in TUTTO il latte per evitare che si possano depositare o che non si ottenga il risultato sperato.



     Il grande e faticoso lavoro per fare lo yogurt è compiuto!!! Ho messo il latte nella yogurtiera, ho acceso, e per 8 ore me ne sono dimenticata.  L'ho fatto domenica, intorno alle 11, alle 19.30 sono andata per vedere com'era venuto:



     Non è una bellezza? Normalmente quando si fa lo yogurt a casa, appena si spegne la yogurtiera, il tutto è ancora caldo e non ancora ben solido, ma questo nonostante la temperatura sembrava un budino!!! Il cucchiaino non affonda!!! Ma mi sono trattenuta dall'assaggiarlo, nonostante il profumo, e ho pazientemenre messo il recipiente in frigo e ho aspettato fino alla mattina dopo.



     Ed ecco qua!!! Il mio favoloso yogurt!!! L'ho assaggiato subito, io aggiungo sempre un pò di zucchero perchè non amo i sapori troppo acidi, ma questo sembrava di ingoiare velluto!!! Oddio, per chi ama gli yogurt un pò più acidi basta lasciarlo  nella yogurtiera un paio d'ore di più per esempio, poi ognuno a seconda del gusto personale deciderà quanto lasciarlo, per quanto riguarda me 8 ore al max 8 ore e mezza sono l'ideale.

     Parlando con una mia amica, mi sono sentita dire "ma non fai prima ad andare al supermercato a comprarlo invece che fartelo a casa?" indubbiamente faccio prima, è innegabile, ma bisogna considerare che alle volte (a me è capitato) può succedere che uno yogurt sia scaduto o in procinto della scadenza, poi per chi mangia tanto yogurt come me dovrei riempirmi il carrello o andare un giorno si e uno no per essere sicura della freschezza.... quindi non vedo questa convenienza, un litro di yogurt home-made mi dura in frigo almeno una settimana (ma non ci arriva alla settimana), lo metto la sera così la mattina è pronto da mettere in frigo, il "gran lavoro" si riduce a pochi minuti, il tempo di mescolare e accendere la yogurtiera ... ah anche la fatica di stappare la bottiglia di latte!!! direi che come lavoro e come attesa siamo proprio ai minimi sindacali!!! Oltre a voler mettere:

1- la soddisfazione
2- la freschezza (fatto e mangiato, of course!)

     Direi che gli aspetti positivi superano ampiamente gli "ipotetici" aspetti negativi!!! Grazie alla Yogolife quindi, il prossimo esperimento sarà con lo yogurt bianco e magari non solo da mangiare a cucchiaiate ma lo voglio sfruttare in qualche ricettina, vediamo se ne elaboro qualcuna sfiziosa!!!

Cris

6 commenti:

  1. mi hai fatto venire voglia di comprarmi la yogurtiera e farmelo a casa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hanno prezzi bassissimi, prova e poi mi sai dire :-)

      Elimina
  2. Non ho mai comprato la yogurtiera, ma certo che adesso con la dieta quasi quasi,visto che è cos' semplice

    RispondiElimina
  3. www.lacasadellescimmie.com15 marzo 2013 01:23

    Ciao Cristina, come al solito bell'articolo e bella recensione. Avrei un paio di domande: Con il latte totalmente scremato viene ugualmente? Sai io sono a dieta e allora...
    Viene bene anche se si fa un quantità minore di 1 l.?
    Grazie se vorrai rispondermi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati!!! va benissimo anche col latte scremato e se fai la dieta che penso io ti consiglio di farne un litro, perchè lo puoi usare non solo per gli spuntini ma anche per fare un dolce dietetico... se ne fai mezzo litro dimezza anche la dose di fermenti ma a quel punto conviene farlo tutto.

      ciao ciao

      Elimina