Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

lunedì 12 maggio 2014

Bucatini fatti in casa al pesto di olive, mandorle e pomodorini

4-bucatini al pesto di olive mandorle e pomodorini

5-bucatini al pesto di olive mandorle e pomodorini

























"Io sono troppo giovane per essere vecchia e troppo vecchia per essere giovane" dialogo fra Evelyn Couch (Kathy Bates) e Ninny Threadgoode (Jessica Tandy) dal film Pomodori verdi fritti alla fermata del treno, 1991



      Ci sono un sacco di "pesti" in Italia. Il capostipite è sempre il pesto alla genovese, delizioso nella sua semplicità, amato soprattutto da Frank Sinatra, ma i colori e i sapori d'Italia danno spazio a tante altre sperimentazioni di gusto.

     Mi telefona una mia amica: "Ehi, perché non metti sul tuo blog un pesto fatto suppergiù in questo modo?" ...E io ho fatto un suppergiù all'incirca come mi aveva detto lei, e sono nati i bucatini con pesto di olive.

INGREDIENTI:
per 4 persone


  • 4 hg di semola rimacinata
  • 1 uovo 
  • 160 g di acqua
  • 100 g di olive nere snocciolate
  • 50 g di mandorle sgusciate e spellate
  • 100 g di pomodorini freschi
  • 1 scalogno piccolo
  • un cucchiaino raso di burro
  • olio evo q.b.
  • qualche foglia di basilico
abbinamento vino (dal sito FISAR)
  • Carmignano toscano

PROCEDIMENTO:

     Ho fatto i bucatini con le trafile e il mio accessorio per la pasta al torchio kenwood, quindi le dosi non sono quelle canoniche della pasta fresca fatta a mano ma quelle adatte all'estrusione con le trafile al bronzo. Ovviamente chi non l'avesse può o fare la normale pasta fresca oppure senza problemi usare la pasta secca. Io ho usato la semola per avere un'impasto più corposo, quando faccio questi formati un poco particolari non uso mai la pasta all'uovo perché troppo morbida e ho paura che non tenga la forma.

     Facendola di semola sono venuti abbastanza bene.

1-I miei bucatini al torchio

     Ci ho messo proprio poco a farli, dopo una ventina di minuti erano finiti. Li ho messi per il lungo nei miei vassoi di cartone e ho preparato il pesto, e devo dire che è stato velocissimo anche lui, perché non ho dovuto fare altro che mettere nel bicchiere frullatore le olive, le mandorle, i pomodorini, lo scalogno, la noce di burro, il basilico, e iniziare a frullare. L'olio l'ho aggiunto a occhio quando vedevo che l'impasto risultava troppo compatto, e dopo qualche minuto ecco il risultato:

2-pesto di olive mandorle e pomodorini


     Una bella cremina saporita e morbida. Ho lessato i bucatini nell'acqua, li ho scolati e ho condito con questo pesto. Mi sono tenuta una tazzina di acqua di cottura perché come tutti i pesti è buona norma stemperarli con l'acqua bollente della pasta. 

     Non so se il parmigiano ci stia bene o meno, qui mi limito a dire che va "a gusto personale"

4-bucatini al pesto di olive mandorle e pomodorini

5-bucatini al pesto di olive mandorle e pomodorini



















2 commenti:

  1. il pesto mi intriga, lo mangerei a cucchiaiate, non so se arriverebbe in tavola ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehm....è un film che ho già visto!!! Infatti la quantità era moooolto maggiore!!! Ciao carissima un abbraccio :-)

      Elimina