Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

sabato 24 gennaio 2015

Haupia, il budino di cocco hawaiano

haupia e succo d'acero

 "Non mi serve che sia facile, mi serve che sia possibile!" Bethany Hamilton (Irie Driscoll) nel film Soul Surfer del 2011


     Ho scoperto per caso questo dessert, mentre aprivo siti su siti per creare un'intero pranzo a tema hawaiano, impresa titanica perché le Hawai prendono i loro piatti dalla cultura orientale o della vicina america, quindi è difficile fare qualcosa di prettamente circoscritto alle Hawai. Ma questo dessert mi ha folgorata, perché amo da morire il cocco e soprattutto perché è semplicissimo e velocissimo da fare.


INGREDIENTI:


per 4 persone


  • 250 g di latte di cocco
  • 100 g di latte
  • 80 g di zucchero
  • 40 g di maizena
  • un pizzico di sale
abbinamento vino:
  • Passito di pantelleria
  • Sauternes

PROCEDIMENTO:




1° e unico step: Prepariamo l'Haupia


     Sciogliamo la maizena con una parte del latte, giusto il necessario per eliminare ogni grumo. Usando una frusta accelereremo i tempi. Una volta sciolti i grumi, versiamolo in una pentola, e aggiungiamo tutto il resto degli ingredienti. Dovremo solo farlo andare sul fuoco, continuando a girare con la frusta o con un cucchiaio di legno fino a che non si addensa. Dovrà avere la consistenza di una crema pasticcera densa, la durata dell'operazione sarà all'incirca di 10/15 minuti.

Quando è pronto dobbiamo subito travasarlo nelle formine, perché rassoda subitissimo. Gli Hawaiani usano versarlo in una teglia larga, in modo da tagliarlo a quadrati con un coltello una volta rassodato. Io che sono una maniaca dei bordi regolari e netti, ho versato il composto nei mie stampini al silicone quadrati



01-haupia negli stampi


     Lasciamolo rassodare in frigo per 5 ore circa, oppure meglio farlo il giorno prima così può stare in frigo tutta la notte. Io l'ho servito con lo sciroppo d'acero, perché questo non è un dessert esageratamente dolce quindi ci voleva una nota di zucchero, e per finire una manciatina di fiori edibili....d'altra parte le Hawaii sono il regno dei fiori!!!



02-haupia e succo d'acero

04-haupia e succo d'acero




























Nessun commento:

Posta un commento