Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

sabato 24 ottobre 2015

Gamberoni hawaiani in salsa di burro e aglio, hawaiian garlic butter shrimp

Gamberoni hawaiiani in salsa di burro e aglio, hawaiian garlic butter shrimp
 Chad Gates (Elvis Presley) a Maile Duval (Joan Blackman): "Non posso fare a meno di innamorarmi di te..." dal film Blue Hawaii, 1961



     Ho trovato questa ricetta andando in giro per il web sui siti stranieri perché volevo fare un pranzo a tema, ovviamente con tema le Hawaii. Ho già pubblicato la ricetta di un dolce hawaiiano, l'haupia, che è stato molto apprezzato quando l'ho fatto, ed è piaciuto da morire anche a me. Ma con le Hawaii è un po' difficile reperire ricette autentiche, perché attualmente soffrono delle varie influenze orientali e americane, e sembra che basti aggiungere dell'ananas o del cocco per dichiarare che un piatto sia simil-hawaiiano, ho infatti trovato ricette di "hawaiian maccheroni and cheese" o "hawaiian pizza", che ho prontamente bypassato.

     Nell'impossibilità di stabilire quale fossero le ricette originali, sono dovuta andare a intuito, basandomi sul territorio e sulla cultura. Appurato che in queste bellissime isole si mangia pesce e maiale e molta frutta, mi sono mossa per cercare qualcosa che potesse vagamente essere adatto.

     Nei vari siti stranieri, mi imbatto per decine e decine di volte in questi hawaiian garlic butter shrimp, e a quel punto spinta dalla curiosità ho dovuto farli, mi incuriosivano troppo. Fino a scoprire, con mia grande incredulità, che la più alta autorità in materia di questi gamberi è un certo Giovanni's, che col suo camion attrezzato gira fra Honolulu e Kahuku a vendere i suoi famosissimi gamberi!!! Noi Italiani siamo davvero dappertutto, e lui si è scelto il lavoro più bello del mondo in uno dei posti più belli del mondo! E come Giovanni insegna, proviamo a portare un pizzico dei tropici sulle nostre tavole!

     E alla fine del post gustiamoci dei video con un meraviglioso Elvis Presley che canta delle meravigliose canzoni, tratte proprio dal film Blue Hawaii. Mahalo e aloha ahiahi a tutti! Che in Hawaiiano vuol dire grazie e buonasera!


INGREDIENTI:


per 4 persone
  • 1 kg di code di gamberi grandi già sgusciati 
  • 2 lime 
  • 50 g di coriandolo (o prezzemolo) tritato grossolanamente
  • 200 g di burro
  • 8 spicchi d'aglio
  • 2 cucchiai di farina
  • 2 cucchiai di paprika dolce
  • qualche pizzico di sale rosso delle Hawaii
abbinamento vino
  • Prosecco di Valdobbiadene. Con le bollicine non si sbaglia mai.

PROCEDIMENTO:


1° step: prepariamo i gamberoni


     Ho comprato una confezione di gamberoni congelati già sgusciati, perché non li avevo trovati freschi, diciamo che sono una bella comodità trovarseli già puliti. Però l'operazione assolutamente necessaria è quella di togliere il budellino nero, io mi sono aiutata con uno stuzzicadenti, perché oltre che a dare un gusto amaro può contenere sabbia, e sinceramente preferisco fare un poco di lavoro in più ma mangiarmeli bene. Quindi, sia che siano freschi che congelati, bisogna sgusciarli e pulirli.

     Una volta fatto il lavoro di pulizia, li ho lasciati per un momento da parte e ho preparato la copertura. In un sacchetto per surgelati ho messo la farina e la paprika, e ho mescolato bene. Io che amo il piccante ho usato la paprika forte, chi lo volesse più delicato può usare la paprika dolce. Ho poi messo qualche manciata di gamberoni nel sacchetto, ho tenuto ben chiuso con la mano e ho "shakerato" il tutto. In pochi secondi ho ricoperto perfettamente i miei gamberi col misto di farina e paprika. Li ho tolti dal sacchetto e ho continuato fino ad esaurimento dei gamberi.

     Altro passaggio assolutamente necessario dopo averli ricoperti, è quello di metterli in uno scolapasta e, agitandolo bene, eliminare dai gamberi la copertura in eccesso, devono rimanere appena appena ricoperti, come in foto, altrimenti si creerebbe una pastella troppo densa che li coprirebbe e li renderebbe sgradevoli. Dovranno risultare appena appena spolverati. Adesso possiamo cuocerli, roba di pochissimi minuti.


01-ricoperti di farina e paprika



2° step:cuociamo i gamberoni

     
     Prendiamo gli spicchi d'aglio e tritiamoli sottili, col coltello o con la mezzaluna. Lo so che le dosi d'aglio e di burro sono alte, ero perplessa anche io quando ho letto le varie ricette, ma sembra che si debbano fare assolutamente così. Giovanni's le fa addirittura marinare in aglio e olio un'ora o due, io ho provato senza marinata e sono risultati buonissimi lo stesso.

     In una padella che riesca a contenere agiatamente i gamberoni mettiamo il burro e l'aglio, e facciamo sciogliere a fuoco vivo il burro. Una volta sciolto abbassiamo la fiamma, dobbiamo cuocere l'aglio senza però farlo bruciare, darebbe un cattivo gusto ai gamberi. Quando l'aglio è cotto, anche qui ci vorrà poco perché è tagliato sottile, alziamo la fiamma al massimo e mettiamo i gamberoni, che basterà cuocere una manciata di minuti a fuoco vivo (stando sempre attenti a non bruciare l'aglio). Una piccola parte del coriandolo la mettiamo a cuocere coi gamberi  (o del prezzemolo, ma se riuscite a trovare il coriandolo è tutta un'altra storia), il resto lo metteremo a cottura terminata.

   Quando i gamberi sono cotti, mi raccomando poco perché se no diventano gommosi, aggiungiamo il succo di lime, è questo l'ingrediente che con la sua acidità, più pronunciata del limone, dona freschezza e mitiga il sapore del burro e dell'aglio. Ovviamente si possono usare i limoni se non lo si ha in casa, ma consiglio vivamente di tenerne sempre qualcuno in frigo, perché il profumo e il sapore dei lime sono veramente favolosi. E comunque si possono usare tranquillamente al posto dei limoni nella quotidianità!


02-cuociamo i gamberoni


     Aggiunto il succo di lime, una veloce mescolata, qualche minuto di cottura per far insaporire il tutto, e chiudiamo il fuoco. Una spolverata di sale rosso delle Hawaii, ormai i vari sali si trovano tranquillamente, aggiungiamo il resto del coriandolo, io ho aggiunto anche del basilico fresco per il profumo, e mettiamo il tutto nel piatto da portata. Una volta assaggiato non lo lascerete più: veloce da preparare, pochi ingredienti, sostituibili anche con quelli nostrani, e una bontà assolutamente unica! E godiamoci un bellissimo (mamma mia quanto era bello!) Elvis Presley con la sua meravigliosa voce!




03-gamberoni hawaiiani




























04-gamberoni hawaiiani




























05-gamberoni hawaiiani









Nessun commento:

Posta un commento