Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

sabato 5 marzo 2016

Bocconcini di reblochon (o di brie) fritti con salsa allo yogurt


bocconcini di brie o reblochon fritti con salsa allo yogurt
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker): "L'amore è l'unica griffe che non passerà mai di moda!" dal film Sex and the city, 2008


     Ho associato a questa cena a tema la morbidezza, forse perché associo le donne stesse a qualcosa di morbido e accogliente, e anche il mio antipasto è morbido... Anzi, per essere precisi, come le donne nasconde più facce: il croccante dell'impanatura, la morbidezza dell'interno, la freschezza della salsa allo yogurt.

     E siccome doveva servire per la mia cena a tema con predominante gialla, al posto del pangrattato perché non usare la giallissima farina di mais? Un ottima tenuta, non ha fatto fuoriuscire nemmeno una goccia di formaggio, e una croccantezza estrema!

INGREDIENTI:

per due persone

  • 300 g di formaggio morbido e cremoso (reblochon, brie, taleggio, camembert, ecc.)
  • 1 uovo
  • qualche cucchiaiata di farina 00
  • qualche cucchiaiata di farina di mais gialla
per la salsa allo yogurt
  • 3 cucchiai di yogurt
  • 2 cucchiai di maionese
  • 1 pizzico di curcuma
abbinamento vino
  • Trebbiano d'Abruzzo
  • Côtes de Provence Rosè
  • Prosecco di Valdobbiadene

PROCEDIMENTO:

1° step: impaniamo il formaggio


      Bisogna tagliare il formaggio nelle forme che più ci piacciono. Io che sono appassionata delle forme simmetriche, regolari, precise ecc. le ho fatte a quadrotti, ma la forma è davvero l'ultimo dei problemi, perché questo antipasto è così buono che finisce in un nanosecondo! Avevo già fatto qualcosa di simile con i miei cromesquis e col taleggio fritto, perché purtroppo (per le calorie!) io adoro i formaggi.

     Questa volta ho fatto qualche variante. Dopo aver tagliato nelle forme a noi più congeniali il formaggio, lo mettiamo su un piatto con della carta forno e lo mettiamo in freezer per una ventina di minuti circa. Perché questo? La carta forno impedirà che si attacchi al piatto come fosse cemento, la blanda refrigeratura impedirà al formaggio di "spatasciarsi" mentre frigge. Lo manterrà morbido e cremoso ma intero!

     Dopo averlo preso dal freezer, dobbiamo ovviamente cucinarlo subito. Quindi, intanto mettiamo a scaldare l'olio sul fornello per farlo arrivare a temperatura, e prepariamoci tre piatti, uno con la farina, uno con le uova sbattute e uno con la farina di mais. Facciamo una doppia impanatura "all'inglese", come dice l'Artusi. Passiamoli cioè prima nella farina, poi nell'uovo, poi nel mais. Ripetiamo dall'inizio e avremo i nostri bei bocconcini pronti per essere fritti. Volendo, si può anche impanarli prima e poi lasciarli una ventina di minuti nel freezer, così saranno pronti da friggere

     Friggiamoli, deve solo colorire l'impanatura e niente più, non dobbiamo cuocere l'interno, ci vorrà solo una manciata di minuti. Una volta cotti li mettiamo a sgocciolare dall'olio in eccesso su una gratella o della carta da cucina, e poi possiamo servirli. Vanno mangiati dopo una decina di minuti dalla frittura, per due motivi: il primo è che il formaggio avrebbe una temperatura di milioni di gradi e ci brucerebbe tutto l'apparato orale, il secondo è che dobbiamo farli ricompattare, se no appena aperti si scioglierebbero come acqua. Il formaggio morbido quando è molto caldo è praticamente liquido. Nel frattempo prepariamo la salsina allo yogurt.

2° step: prepariamo la salsa e serviamoli


     Prendiamo yogurt e maionese, mescoliamola col pizzico di curcuma. Fatto!!! Anzi, ci avanzerà ancora il tempo di far intiepidire i nostri succulenti bocconcini di formaggio! Se servite la salsina in coppettine individuali, ognuno avrà la possibilità di "pucciarli" e mangiarli. Ma mi raccomando, vanno usati con cautela, possono causare dipendenza! E come dice Russel Crowe nel "gladiatore", al mio segnale scatenate l'inferno!!!


01-Bocconcini di brie
02-Bocconcini di brie
03-Bocconcini di brie

Nessun commento:

Posta un commento