Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

sabato 30 aprile 2016

Pasta con crema di anacardi


Pasta ai 4 formaggi vegana
Harold Crick (Will Ferrell): "Non è schizofrenia, è solo una voce nella mia testa." dal film Vero come la finzione, 2007



     E  rieccoci qui ad elaborare qualcosa di vegano, vegetariano, protein-free e via dicendo. Questa ricerca sulle ricette alternative mi ha appassionato molto, perché sono convinta che non sia poi un delitto cercare, almeno ogni tanto, di mangiare un pochino sano. Mentre vagavo per siti su siti, specialmente d'oltreoceano, capito su questa curiosa "pasta alfredo" o "pasta ai 4 formaggi vegana", come la definivano loro. In effetti sa molto di formaggio, ma io ho rielaborato la ricetta in maniera molto più semplice e veloce e l'ho ridefinita "pasta con crema di anacardi", cosa che in effetti è. Il sapore di formaggio è presente, e viene dato dal connubio di lievito alimentare in scaglie e gli anacardi. Posso dire che è estremamente deliziosa? Fatta assaggiare a chi non ama mangiare vegano, è stata presa ben una seconda volta! Direi che è un successo!

INGREDIENTI:

per 2 persone

  • 180 g di pasta di semola o integrale
  • 300 g di anacardi al naturale
  • 3 cucchiai di misto fra basilico e prezzemolo tritato
  • 1 o 2 cucchiai di lievito secco alimentare
  • 1 cipolla
  • mezzo cucchiaino di aglio in polvere
  • il succo di mezzo limone
  • qualche cucchiaino d'olio EVO
  • paprika forte o dolce a proprio gusto
  • sale e pepe q.b.
abbinamento vino
  • Vermentino della riviera ligure di Ponente

PROCEDIMENTO:

1° step: la crema di anacardi


     Ho messo a bagno sin dalla sera prima, ben coperti d'acqua, gli anacardi. Io avevo trovato nei miei negozietti bio quelli né dolci né salati né niente, al naturale. Se non li trovate vanno bene quelli salati, tanto la notte in ammollo leverà il sale in  eccesso. Io li ho lasciati fino alle 11 del giorno dopo per usarli a pranzo. Chi li vuol fare per la sera li metta a bagno tranquillamente al mattino.

     Ho messo in un padellino un velo d'olio EVO e la cipolla affettata sottilmente, e stando attenta a non bruciarla l'ho fatta appassire a fuoco medio. In caso di bisogno va benissimo aggiungere qualche dito d'acqua. Una volta pronta ho chiuso il fuoco, e ho trasferito la cipolla cotta con il suo olio in un frullatore. Ho aggiunto gli anacardi scolati, l'aglio in polvere, e il succo di mezzo limone, e ho frullato bene il tutto fino a ridurlo a una crema.

01-crema di anacardi

     Devo confessare che ero perplessa, ma ha un sapore veramente delizioso! Ho preferito usare l'aglio in polvere per evitare che diventasse troppo invasivo, ma se avete un delicato aglio fresco mettetene pure uno spicchio piccolo, magari togliendo l'anima interna.

     Pronta e deliziosa, non riuscivo a smettere di...ehm..."assaggiarla". Il tutto pronto alla velocità della luce, dobbiamo solo cuocere la pasta.

2° e ultimo step: cuociamo la pasta


     La crema è pronta, e non dobbiamo fare altro che mettere dell'acqua sul fuoco, aspettare che arrivi a bollore, scegliere il formato di pasta che preferiamo, cuocerla e condirla con la deliziosa cremina che abbiamo appena fatto. A onor del vero questa crema si può tranquillamente fare mentre aspettiamo che l'acqua bolla. A parte il tempo necessario a tenere a mollo gli anacardi, è velocissima. Fra l'altro è vero che è adatta a chi mangia vegetariano e/o vegano, ma quando una cosa è buona è buona, io che sono tendenzialmente una carnivora l'ho letteralmente adorata!

     Concludiamo spolverando con il trito misto di basilico e prezzemolo e una spolverata di paprika. Io che amo il piccante ho usato quella forte, altrimenti si può usare tranquillamente la paprika dolce. Concludiamo con una spruzzata di lievito alimentare, sarà proprio lui ad accentuare il sapore di formaggio. L'unica controindicazione è.... di servirsene troppe volte, perché è davvero troppissimo buonissima!!!

02-pasta ai quattro formaggi vegana

03-pasta ai quattro formaggi vegana

Nessun commento:

Posta un commento