Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

sabato 30 luglio 2016

Linguine alle zucchine con fiori di zucca ripieni al vapore

linguine alle zucchine con fiori di zucca ripieni al vapore
Direttore Generale (Ken Watanabe): "Non dobbiamo aspettarci la felicità, Sayuri. Non è una cosa che ci è dovuta. Quando la vita va bene, è un dono improvviso, non può durare per sempre." dal film Memorie di una Geisha, 2005


     La solita pasta con le zucchine? In effetti credo che esistano milioni di trilioni di ricette sulla pasta con le zucchine: fritte, stufate, in bianco, al sugo, per vegani, per onnivori, con salsiccia, con gli immancabili gamberetti, con la besciamella..... (E' come sentir parlare l'amico di Forrest Gump, "Bubba", quando gli racconta in quanti modi è possibile fare i gamberetti!) E allora perché metto una ricetta stra-usata e stra-sfruttata, andando contro il mio principio di voler mettere ricette diverse dal solito? Bhe, perché a mio parere anche questa non è proprio la solita pasta con le zucchine!

     Ho deciso di fare praticamente un piatto unico, adoperando anche i fiori di zucca. Ma sui fiori di zucca vorrei spendere due parole. Come si fanno in genere i fiori di zucca? Si fanno fritti in pastella, riempiti di mozzarella e alici. Sì, buoni per carità, li ho mangiati con piacere milioni di volte, un bell'involucro pastellato (che se non è fatto bene diventa una spugna per l'olio) col bel sapore di alice e mozzarella! E....i fiori di zucca? Quei poveri, bistrattati fiori di zucca, dove sono? Sì che sono l'involucro, che però è così coperto da sapori preponderanti come le alici, la mozzarella e la pastella, che ormai non si sentono più, o si sentono solo in lontananza, come un'eco lontana...

     Non sto assolutamente dicendo che è qualcosa di cattivo, anzi, dico semplicemente che se copriamo la delicatezza dei fiori di zucca con sapori forti, non li sentiamo più, andando a perdere uno dei gusti più buoni del mondo vegetale! Io non ho mai amato mangiarli ripieni in pastella perché il fiore di zucca è qualcosa che adoro, e quindi mi piace sentire tutto il suo gusto, il più possibile, senza nemmeno cuocerli troppo! Infatti il modo in cui preferisco farli è al vapore o al forno, per poterne sentire il gusto al massimo. Come in questo piatto.

INGREDIENTI:

per 4 persone
tempo occorrente: 1 ora

  • 350 g di pasta
  • 350 g di zucchine
  • 8 fiori di zucca
  • 250 g di ricotta vaccina
  • 2 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 1 spicchio d'aglio schiacciato
  • mezzo bicchiere di prosecco
  • qualche fogliolina di basilico
  • sale e pepe bianco q.b.
abbinamento vino
  • Cesanese del Piglio DOCG
  • Bianco dei Colli di >Conegliano DOCG
  • Favorita delle Langhe DOC

PROCEDIMENTO:

1° step: i fiori di zucca


     Ricordiamoci di farli appena li compriamo, al massimo il giorno dopo (ed è già tardi) perché sono tremendamente delicati e deperibili. Va tolto il picciolo interno, che può essere un ricettacolo di insettini, e lavati velocemente sotto l'acqua freddissima. Se li mettiamo sotto l'acqua tiepida potrebbero rovinarsi. Se riuscite a togliere il pistillo senza aprirli tanto di guadagnato, io che non sono proprio delicata li rompo sempre, ma anche se si dovessero aprire si fanno comunque!

     Il ripieno è fatto mescolando insieme della ricotta vaccina (più delicata di sapore rispetto a quella ovina), il basilico tagliato finissimo e le olive taggiasche che avremo ridotto a pezzettoni. Occhio a non mettere troppe olive taggiasche perché hanno un sapore deciso, dobbiamo metterne il tanto che basta che insaporiscano la ricotta senza diventare preponderanti. E ovviamente niente sale, c'è già la sapidità delle olive.

01-riempiamo i fiori di zucca
       Quando abbiamo fatto il ripieno, non dobbiamo fare altro che riempire i nostri bellissimi fiori di zucca, chiuderli bene, e cuocerli a vapore per circa 15 minuti. Io ho usato il classico cestello di bambù cinese sopra una pentola di acqua in ebollizione, si può usare la vaporiera, o uno scolapasta in acciaio sopra una pentola con acqua in ebollizione, e per chi non avesse niente per cuocere a vapore le può mettere in forno a 170° con appena un filino d'olio EVO per circa 20 minuti, saranno ottime lo stesso.

    Oppure, ancora meglio, niente olio: le mettiamo su della carta forno e le facciamo semplicemente appassire in forno. Saranno molto più leggere ed estremamente buone!

02-cottura a vapore

2° step: le zucchine


      Laviamo bene le nostre zucchine e spuntiamole ai lati. Tagliamole a pezzettoni e le lasciamo da parte, intanto mettiamo sul fuoco sia una pentola con dell'olio e l'aglio schiacciato per le zucchine sia una pentola piena d'acqua per cuocere la pasta. Mentre aspettiamo che l'acqua bolla, appena vediamo che l'aglio ha preso colore, lo togliamo e mettiamo i pezzettoni di zucchine e le facciamo cuocere qualche minuto a fuoco bello vivo mescolandole. Quando vediamo che stanno cominciando a prendere colore, le finiamo di stufare col vino: lo versiamo, aspettiamo che prenda bollore, lo facciamo andare qualche minuto, poi abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere le zucchine fino a che il vino non è evaporato quasi tutto, ci vorranno all'incirca una decina di minuti. A qual punto saranno pronte, ben croccanti all'esterno e morbide all'interno.

     Terminiamo con una spolveratina di sale e pepe. Nel frattempo avremmo messo in pentola il formato di pasta che più ci aggrada, io ho usato delle linguine, ma si può usare la pasta corta, a seconda dei nostri gusti personali.


3° e ultimo step: assembliamo il piatto

     
     Nel frattempo i nostri fiori di zucca al vapore saranno pronti, sono così delicati che non hanno bisogno di una cottura prolungata, e il ripieno non ha bisogno di cuocere, per cui otterremo un risultato davvero fresco e leggero. Non sono bellissimi e di un colore stupendo? Ma il nirvana si raggiunge addentandoli.... provare per credere!

03-un bel colore brillante
     Quando la pasta è pronta la scoliamo e diamo un'ultima saltata nella padella dove abbiamo cotto le zucchine, in modo che i sapori si amalgamino. Siccome l'olio per cuocere le zucchine era davvero poco, se è il caso ne aggiungeremo ancora qualche goccio a crudo, che è sempre meglio e più sano dell'olio usato per friggere. Una volta condita bene la pasta, mettiamola nei piatti e aggiungiamo 2 fiori di zucca ripieni a testa. Io ne ho aggiunti due, ma non è che se ne facciamo 4 a testa non si mangino, anzi! Per chi gradisce, è opzionale una spolverata di parmigiano.

     Questi fiori ripieni sono così buoni e leggeri che risultano estremamente versatili: si possono usare per un contorno, ma anche per secondo mangiati semplicemente così, a morsi, con un apporto calorico davvero basso. Potrei sbagliare, ma anche chi non ama le zucchine amerà questo piatto: perché è colorato, perché è fresco, perché è leggero, e perché è buono!

04-linguine alle zucchine con fiori di zucca ripieni al vapore
05-linguine alle zucchine con fiori di zucca ripieni al vapore

2 commenti: