Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

Visualizzazione post con etichetta Kitchen tips and tricks. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Kitchen tips and tricks. Mostra tutti i post

martedì 11 febbraio 2014

Pasta alla carbonara: trucchi e segreti per renderla celestiale.


Una splendida pasta alla carbonara

Una splendida pasta alla carbonara

"Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece schiamazzano come impazzite. Qual'è la conseguenza? Che tutto il mondo mangia uova di gallina." (Henry Ford, industriale, ingegnere e progettista statunitense)

domenica 26 gennaio 2014

Come fare ottimi spaghetti aglio, olio e peperoncino

Le cose semplici sono sempre le più buone

Un trionfo di pasta aglio e olio

"Verrò, ma dev'essere una cena seria. Odio le persone che prendono i pasti alla leggera!" (Oscar Wilde - Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde 1854 - 1900 scrittore e poeta irlandese)

lunedì 13 gennaio 2014

Caviale di succo d'arancia


"La Vodka è un lusso che ci possiamo permettere, il caviale è un lusso che ci possiamo permettere, il tempo no!" Nikita Khrushchev (Bob Hoskins) dal film "Il nemico alle porte" di Jean-Jacques Annaud

mercoledì 11 dicembre 2013

Polpette e polpettoni: il mio impasto base


"Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo,  allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora avremo entrambi due idee" "If you have an apple and I have an apple and we exchange these apples, then you and I will still each have one apple. But if you have an idea and I have an idea and we exchange these ideas, then each of us will have two ideas" (George Bernard Shaw)

sabato 12 gennaio 2013

Come fare la polenta senza mescolare

   



     Per gli amanti della polenta che sono pigri solo all'idea di stare lì a mescolare per 45 minuti, et vualà un piccolo trucchetto.

     Innanzitutto non prendo nemmeno in considerazione la polenta da fare in 5 minuti, primo perchè il sapore si sente, e secondo perchè questo è un blog di cuochi, qui ci si sbatte e si fatica, ma si ottengono risultati migliori; d'altra parte non si dice sempre che chi ama cucinare ama fare l'amore? neditate gente, meditate!!!!

     E ricordatevi: dove non c'è manipolazione non c'è cuoco!!!!

     Quindi prendiamo la nostra brava polenta, a me piace quella con grano saraceno, ma a chi piace la bianca o la gialla no problem, è un discorso di gusto personale.

     Seguite le indicazioni sulla busta per dosare le quantità di acqua e polenta, in genere per 1/2 kg. di polenta vanno da 1 litro e mezzo a 2 litri d'acqua, dipende molto dalla farina, dall'umidità, e dal fatto che la vogliate o meno dura o morbida.

     Mettere un bel pentolone sul fuoco con l'acqua e portarlo a ebollizione regolando di sale. Se avete una pentola col fondo antiaderente è meglio. Appena bolle, abbassare la fiamma per farlo appena sobbollire, e buttare a pioggia la polenta mescolando con una frusta. Importante questa prima fase perchè gli eventuali grumi che si formano poi rimangono lì a rompere le scatole, quindi versiamo la polenta piano piano e mescoliamo benissimo.

     Quando abbiamo mescolato e vediamo che la polenta riprende a bollire, innanzitutto mettiamo la fiamma al minimo sindacale, prendiamo uno straccio pulito, lo bagniamo e lo strizziamo non troppo forte: non deve grondare acqua ma non deve nemmeno essere quasi asciutto; copriamo la pentola con lo straccio umido, sigilliamo il tutto col coperchio, e facciamo andare SENZA MAI APRIRE per i canonici 40/45 minuti.



     Quando è trascorso il tempo necessario, spegnete il fuoco, scoperchiatela, e preparatela come più vi piace.



     Non sarà nemmeno attaccata nè al fondo nè ai bordi, alò limite giusto un pochino. Se vi piace il bruciacchiato, non dovete fare altro che scoperchiarla 10 minuti prima e farla andare scoperta normalmente.

domenica 2 dicembre 2012

Imburrare le fette biscottate

Come imburrare le fette biscottate senza ridurle in mille pezzi? Facile!!!

Metodo 1: mettetene 3 o 4 una sopra l'altra, in questo modo non si romperanno

Metodo 2: se il burro è proprio freddo, quindi molto duro, passate per un attimo la lama del coltello sul gas acceso: ammorbidirà il burro in modo da poterlo spalmare senza rompere la fetta.

Cris