Benvenuti!!! Welcome!!!

05 - 12 - 2012
Ed ecco il lieto evento, è nata un'aragosta blu!!!
Perché l'aragosta blu? Intorno a giugno del 2012 fu pescato un'esemplare di aragosta blu in Nuova Scozia, Canada. La probabilità di trovarne una è all'incirca una su due milioni. Il particolare colore è dovuto a un difetto genetico del pigmento del carapace, un po' come le tigri o i leoni albini.Mi sembrava quindi carino identificare il mio blog come qualcosa che va oltre le solite ricette di cucina. Qui si parlerà di tecniche, di cucina della nonna, di metodi dimenticati, di cene a tema per stupire, di etnico, di preparazioni fatte in casa. Tutto quello che riguarda la cucina in un discorso un po' più vasto e diverso dal solito.Condividerò quindi 20 anni circa di ricerca, di studio, di osservazioni e di tanta passione. Adesso accomodatevi e prendiamoci un caffè...

Visualizzazione post con etichetta Oggi parliamo di..... Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Oggi parliamo di..... Mostra tutti i post

domenica 20 settembre 2015

Bluaragosta e Sergio Maria Teutonico

Chef Sergio Maria Teutonico





















Joe Black (Brad Pitt): "Posso esprimere la mia gratitudine?... per la persona che sei e per il tempo che mi hai dedicato..." dal film Vi presento Joe Black, 1998


martedì 7 luglio 2015

mercoledì 5 novembre 2014

Cena a tema: thanksgiving day!


Piperita Patty a Charlie Brown: "Che tipo di cena di ringraziamento è questo? Dov'è il tacchino, Ciccio? Non si sa nulla di cene del ringraziamento? Dove sono le patate? Dov'è la salsa di mirtilli? Dov'è la torta di zucca?" dal film Un giorno del ringraziamento da Charlie Brown, 1973

giovedì 7 agosto 2014

Sua maestà finger lime, il caviale di agrumi australiano

02-finger lime

04-finger lime

"Sono cresciuto in Australia, dove tra uomini ci si saluta schiarendosi la voce e se due uomini si abbracciano apriti cielo! Certo, anche io alle volte mi commuovo. Ma l'odierno concetto di virilità non lo capisco proprio." Hugh Michael Jackman, attore australiano

venerdì 13 giugno 2014

Tanti auguri, Irene e Fabrizio!!!

Irene e Fabrizio finalmente si riposano

Irene e Fabrizio very romantics

"Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Ti amo quando ci metti un'ora a ordinare un sandwich. Amo la ruga che ti viene quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l'ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il prima possibile." Harry (Billy Crystal) a Sally (Meg Ryan) nel film Harry ti presento Sally del 1989

lunedì 31 marzo 2014

Dedicato a Chiara



"Il miglior riconoscimento per la fatica fatta non è ciò che se ne ricava, ma ciò che si diventa grazie ad essa" John Ruskin, 1819-1900, scrittore, pittore, poeta, critico d'arte britannico.

giovedì 20 febbraio 2014

La mia vittoria al contest




 "Non importa se vinci di un chilometro o di un centimetro...L'IMPORTANTE E' VINCERE!" Vin Diesel (Fast and furious)

martedì 24 settembre 2013

Cene a tema: dîner spécial français (cena speciale francese)


 "Comment voulez-vous gouverner un pays où il existe plus de 300 sortes de fromage?" Come si può governare un paese dove esistono più di 300 varietà di formaggi? (Generale Charles de Gaulle)

venerdì 28 giugno 2013

Ciao ciao Google reader...

Clicca qui per il follow
"Ogni stagione è legata all'altra, incontri e addii formano il cerchio, il sacro centro è la nostra armatura, dove tutto cambia, tutto è eguale" (Marion Zimmer Bradley, l'Alba di Avalon, 2004)

domenica 2 giugno 2013

Ma che bello essere menzionate....


"Compiendo semplici atti di gentilezza nei confronti degli altri, non possiamo fare a meno di elevare noi stessi." (cit. di Anthony Robbins)

     Oggi ho avuto il grande piacere di essere menzionata da un'altro sito. Devo ammettere la mia ignoranza, non lo conoscevo. E' stata una piacevolissima sorpresa scoprire di essere stata menzionata per la mia ricetta della polenta. Ma nonostante Internet sia una giungla, in un modo o nell'altro da qualche parte sempre si arriva, non si corre di certo il rischio di perdersi. E oggi ho trovato proprio questo bel sito che si trova QUI.

     Potrà sembrare una cosa da poco, ma non lo è. Essere citati da qualche altra parte, sia un sito, un giornale, ma anche verbalmente col semplice passaparola, presuppone intanto o di conoscerci o di averci visto, ma susseguentemente anche di averci apprezzato tanto da voler condividere con altri questa cosa. E non è poco! E in aggiunta rende enormemente soddisfacente il lavoro che si compie. Anche se lo si fa per passione, essere apprezzati sprona comunque a dare di più.

     Quindi nel mio piccolo voglio ringraziare Dioni di cuore per la carineria che ha dimostrato sia nei miei confronti che per il mio piccolo sito. Grazie Dioni e grazie al tuo sito che da oggi ha una lettrice in più. E a te dedico la citazione di Anthony Robbins, formatore motivazionale e saggista statunitense. 

domenica 12 maggio 2013

Very inspiring blogger award




     Wow, un premio!!!!! Da non crederci, visto che non ho mai vinto niente, almeno per soddisfazione!!! Molto carinamente Barbara, del blog http://strudeldimele.blogspot.de , Me lo ha conferito. Di cosa si tratta? E' un carinissimo gioco fra bloggers, dove si vince l'ambito premio "Very Inspiring Blogger Award" . 

     Bisogna raccontare 7 cose su di noi e regalare questo premio ad altri 15 blogger che hanno meno di 200 follwers che a loro volta dovranno far girare questo premio, ovviamente diventando followers. Una cosa molto carina per conoscersi e per avere un poco più di visibilità oltre che per allargare le nostre amicizie "bloggheristiche". Quindi parto con 7 cose su di me:

  1. Adoro gli animali
  2. Leggo moltissimo
  3. appassionata di informatica
  4. Pigra
  5. Sono una disordinata creativa
  6. adoro il teatro
  7. Sono sempre allegra

Ed ecco i 15 blog ai quali regalo questo simpatico premio:



http://strudeldimele.blogspot.de/
http://dolcipasticcincucina.blogspot.it/
http://federico2ndgenuineitalian.blogspot.it/
http://dallacucinadijo.blogspot.it/
http://vadoincucina.blogspot.it/
http://emmetichallenge.blogspot.it/
http://maryincucina.blogspot.it/
http://amoreesapore.blogspot.it/
http://rossolampone.blogspot.it/
http://cucinaverdedolcesalata.blogspot.it/
http://lagattacolpiattochescotta.blogspot.it/
http://profumodisemplicita.blogspot.it/
http://ilrifugiodellingordo.blogspot.it/
http://laraandthekitchen.blogspot.it/


Un salutone e un in bocca al lupo a tutti i miei colleghi bloggers :-)

martedì 9 aprile 2013

1808: Il secolo della nascita di un ottimo caffè





Sono molte le leggende ed i racconti che vedono il caffè al centro della loro narrazione. Cominciamo con la storia più popolare, quella di Kaldi, un pastorello dello Yemen.

venerdì 8 marzo 2013

8 marzo festa della donna? No, grazie




     Oggi è l'8 marzo: in giro vendono le mimose, dappertutto fioccano gli auguri, internet, giornali, televisione, è tutto tappezzato di auguri alle donne. Ma fermiamoci un attimo: auguri alle donne PERCHE'?

mercoledì 27 febbraio 2013

lunedì 11 febbraio 2013

Quando scendono le fate...


     ...coprono il mondo di polvere bianca. Stamattina mi sono svegliata in un mondo che non era quello che avevo lasciato ieri sera, ma un paesaggio irreale e ovattato, dove paradossalmente l'idea di freddo ne è lontana.

     Vero che la neve in città diventa presto sporca, ammassata agli angoli delle strade, ignorata e snobbata, trattata più con fastidio che altro, e posso capirlo: i servizi, specie quelli di emergenza, vengono resi difficili, un pò tutto viene reso più difficile... ma è la neve che non riesce a convivere con le città o sono le città che non riescono a convivere con la neve?


     Si è vero che ci siano problemi, ma non dobbiamo dimenticarci di come tolga il fiato la sua bellezza, la sua capacità di nascondere il brutto, di rendere irreale e traslucida la luce stessa, e di ovattare i rumori.

     Nonostante la mia bronchite, non sono riuscita a starmene intenta a rimirare il paesaggio che vedevo davanti e a farmi colpire dalla grande bellezza e nobiltà che ne emana. Come non fotografare tutto questo?


     In mezzo a questo oceano di bianco ho provveduto a sbriciolare più pane del solito per i miei amici uccellini, che si sono precipitati a frotte. D'altra parte  come dicono spesso i vecchi, "sotto la pioggia fame e sotto la neve pane". Aspettiamo la rinascita della primavera godendoci questo senso di pace e tranquillità che ci regala sua maestà fatata la neve.


domenica 2 dicembre 2012

Il prologo del gusto

E continuiamo a parlare di gusto, oggi mi è presa così :-) Non so se ho abbastanza gusto, di sicuro ce ne saranno a milioni meglio di me, ma nel corso degli ultimi 20 anni l'ho modificato molto, ho IMPARATO molto, quindi condivido quello che ho fatto io, fermo restando che ci saranno altri mille milioni di modi diversi per farlo, ma non si sa mai possa servire da input a qualcuno.

Prima di tutto, copio una frase che ho visto su Facebook e che ho fatto subito mia:

"Lascia agli intelligenti affermare di sapere già tutto, io preferisco essere imbecille e continuare ad imparare" 


Molto carina..... in effetti, il fatto di non avere più 20 anni non ci identifica automaticamente dei padreterni, chiunque può insegnarci qualcosa, anche un ragazzo più giovane che ha semplicemente battuto strade diverse dalle mie ed ha quindi avuto la possibilità di imparare qualcosa che io non ho mai avuto occasione di vedere..

Ecco l'apertura mentale di cui parlavo prima:  il non essere arroganti o il non pensare di essere arrivati, perchè nella vita non arriviamo mai, ma viaggiamo sempre. Il momento che abbiamo finito di viaggiare  è solo un momento triste.

Quindi ho deciso di pensare sempre che ho da imparare qualcosa. In tutti questi anni infatti ho sperimentato ricette diverse, ho fatto tanti sbagli (che però mi hanno fatto imparare), il detto sbagliando si impara è VERISSIMO.... uhhhhhhhhhhh se è verissimo!!!

Ho letto molte riviste del settore, anche lì bisogna valutare perchè ce ne sono un'enormità. Non buttiamo via i soldi comprando a occhi chiusi qualsiasi rivista vediamo in edicola, in particolare ce n'è UNA che è ad alti livelli e che è sulla breccia sin dagli anni '60, se non prima. Prendiamoci quindi quelle due o tre riviste veramente valide, fare un mucchio non ne vale la pena.

Oltre alle riviste, oltre che sperimentare in casa, ho imparato MOLTISSIMISSIMO soprattutto da un newsgroup di cucina, dove le tecniche, la passione, le sfumature, mi hanno lentamente coinvolta, fino a farmi diventare una talebana :-)

Ho imparato infatti ad amare la cucina della nonna, le cotture lunghe... provate a fare un arrosto in forno a 200° per mezz'ora, e lo stesso arrosto a 100° per 4 ore, poi mi sapete dire..... la carne acquista altra morbidezza e altro sapore, non c'è paragone. "eh ma non ho tempo" ............ tempo? non c'è tempo? le nostre bisnonne o trisnonne cucinavano così, e non avevano la lavatrice, la macchina, il frullatore, il gas che arrivava a casa, l'ipermercato a due passi..... sicuri che il tempo non l'abbiamo? abbiamo mai fatto i conti del tempo che sprechiamo? e comunque per fare un arrosto, che ci voglia mezz'ora o 4 ore, va da solo!!!! dobbiamo solo metterlo in forno, invece che metterlo mezz'ora prima lo mettiamo 4 ore prima!!! tanta fatica? direi di no, è solo questione di ABITUDINE MENTALE!!!

Che ovviamente deve essere sostenuta da un'unica basilare cosa: LA PASSIONE!!! Ma se sei arrivato a leggere fin qui tutti i miei vaneggiamenti, vuol dire che la passione ce l'hai di sicuro :-)

Con quella, cambiarsi,m affinarsi, migliorarsi, non sarà una fatica!!!

Cris


Cos'è il gusto?


Secondo il dizionario italiano, il gusto è:

1 sm
senso che permette di percepire e distinguere i sapori
2 sm
proprietà delle diverse sostanze di dare sensazioni gustative
3 sm
godimento procurato da cibi e bevande, o di qualsiasi altra natura
4 sm
preferenza, inclinazione
5 sm
facoltà di giudicare istintivamente i valori estetici nelle opere d'arte e simili
6 sm
maniera, stile


Tutto questo può riferirsi alla cucina? E il gusto si può "educare"? Si possono cambiare i nostri parametri personali?
Sì, sì e ancora sì.

Fermo restando che quello che è il gusto personale è sacrosanto (io per esempio non amo molto  le cose acide), il resto si può affinare. Come?

Bhe, basta sforzarsi un po! :-) Se siamo abituati a ingurgitare quello che ci capita, se ci accontentiamo e ci piace un fast food veloce o una serie infinita di piatti pronti, pre-incartati,  pre-cotti, pre-digeriti ecc.ecc., se per  noi il momento di cucinare a casa è un peso invece che un piacere, non illudiamoci di poter sviluppare un gusto eccelso.

Intanto anche i nostri gusti personali nel corso degli anni cambiano: io mi ricordo che ODIAVO letteralmente la mostarda di frutta, adesso è uno dei piatti preferiti!!! non so come sia successo, ma è successo :-)!

Credo che il fulcro sia tutto nell'apertura mentale: dobbiamo avere innanzitutto VOGLIA di sperimentare, non fermiamoci subito a dire "pollo con l'ananas? oddio che schifo!!!", ma prendiamoci il tempo di assaggiarlo: potremmo scoprire per esempio che la dolcezza della carne di pollo si sposa benissimo con l'acidino dell'ananas, che lo zucchero dell'ananas sciogliendosi in cottura dona alla carne un aspetto traslucido, oppure che la morbidezza della carne col croccante dell'ananas dona al palato un'emozione in più.

Troppo poetico? E perché no? mettiamoci sentimento in quello che facciamo, non è mica un peccato mortale!!!!

Cris